HOME > ATTIVITA' > Calendario 2015

Calendario delle attività 2015 - I semestre

il blocco con il cartiglio di Amenhotep II in cima alla rampa del tempioSabato 28 marzo 2015
CONFERENZA
“La 17ª Missione Italiana di scavo presso l’area del Tempio di Amenhotep II (Tebe Ovest-Luxor)”
Orario: 20:45
Luogo: Aula Magna – Collegio Gallio, Via T. Gallio 1, Como
Relatore: Dott. Angelo Sesana

Descrizione: Gli scavi sull’area del Tempio di Milioni di Anni di Amenhotep II sono proseguiti con l’indagine degli ultimi contesti funerari individuati, risalenti a periodi sia precedenti che successivi all’epoca di Amenhotep II, e continuano a regalare grandi sorprese ed emozionanti scoperte. Durante la 17a missione, in particolare, il lavoro si è concentrato sull’ultimo pozzo funerario del Terzo Periodo Intermedio ancora da scavare e sull’enorme tomba corridoio del Medio Regno, D21. Le rilevanti scoperte fatte in questi contesti, che contribuiscono a definire con sempre maggior dettaglio la storia della frequentazione nell’area del Tempio, rappresentano solo uno degli aspetti che hanno reso fruttuosa anche questa missione.
La conferenza, con l’ausilio di immagini e planimetrie, presenterà i risultati dell’attività archeologica e illustrerà gli ulteriori e importanti sviluppi dell’opera di ricostruzione e restauro conservativo delle strutture murarie del Tempio, condotta anche quest’anno sotto la direzione dell’architetto Negri.

ushabtiSabato 9 maggio 2015
CONFERENZA
“Storie di ushabti: doppi, servi e schiavi nell'antico Egitto”
Orario: 20:45
Luogo: Aula Magna – Collegio Gallio, Via T. Gallio 1, Como
Relatori: Dott. Paolo Marini, Università di Pisa

Descrizione: “Ushabti, se sarò convocato per fare tutti i lavori che devono essere fatti nel regno dei morti, come un uomo ligio ai suoi doveri, per rendere coltivabili i campi, per irrigare le rive, per trasportare in barca la sabbia da Est a Ovest: eccomi qui, tu dirai”
Non esiste collezione egizia al mondo – se non nell’eccezione che conferma la regola – che non possa vantare almeno un ushabti fra i propri pezzi, e sono pochissimi i casi in cui l’apertura di un’antica tomba egizia, appena scoperta o già nota, non abbia restituito almeno qualche statuetta funeraria. Realizzati in legno, pietra, faïence, iscritti con formule magiche e dotati di attrezzi per il lavoro nei campi, gli ushabti rappresentano l’uomo defunto, fasciato nelle sue bende. Fin dagli albori dell’Egittologia hanno richiamato l’interesse degli studiosi. Tuttavia, oggi siamo in grado di dire “chi” fossero esattamente? Doppi, servi o schiavi dell’antico Egitto? Gli ushabti celano un universo di credenze religiose funerarie che rende la loro interpretazione enigmatica e affascinante. Una recente rilettura delle fonti letterarie, il continuo apporto dei dati archeologici e lo studio dei contenitori che li proteggevano e raccoglievano all’interno delle tombe ci danno nuovi importanti spunti di riflessione che possono aiutarci a capire meglio la loro complessa ideologia.

La statia di Meritamon, ad AkhmimCiclo di 2 lezioni, ogni giovedì: 14 e 21 maggio 2015
LEZIONI DI CULTURA EGIZIA
“Il potere femminile nell'antico Egitto - 1”
Orario: 19:00
Luogo: Collegio Gallio, Via T. Gallio 1, Como
Relatore: Dott. Angelo Sesana

Descrizione: Sono madri, spose o figlie dei grandi Faraoni d’Egitto. Talvolta sono loro stesse Faraoni. Alcune sono molto famose, altre meno note, ma non per questo meno influenti sulle vicende del loro paese. Di alcune si è tramandato con gran cura il ricordo, di altre si è cercato di cancellare ogni traccia dalla memoria. Di alcune si conoscono monumenti e tombe di straordinaria bellezza, di altre basta il nome per evocare un mito.
Sono le Regine e le Principesse dell’Antico Egitto: a loro sarà dedicato il corso di Cultura Egizia di quest’anno.
Associati: 50 € - Non associati: 70 €
Richiesta l’iscrizione tramite mail all’indirizzo della segreteria del CEFB: info@cefb.it
Numero minimo di partecipanti: 15 - Numero massimo di partecipanti: 25

Calendario delle attività 2015 - II semestre

foto aerea delle piramidievento annullato
CONFERENZA
“Egitto 1914: Theodor Kofler e la nascita della fotografia archeologica aerea”
Orario: 20:45
Luogo: Aula Magna – Collegio Gallio, Via T. Gallio 1, Como
Relatori: Prof.ssa Patrizia Piacentini, Università degli Studi di Milano

Descrizione: Nella prima metà del 1914, Theodor Kofler, fotografo e aviatore austriaco, scattò le prime fotografie aeree di monumenti egiziani antichi. La raccolta unica di queste fotografie, che ritraggono le piramidi, i templi di Karnak e Luxor e alcuni monumenti della riva occidentale tebana, è conservata dal 2011 negli Archivi di Egittologia dell’Università degli Studi di Milano. E si deve proprio alle appassionate ricerche della cattedra di Egittologia milanese, svolte tra vari paesi europei e africani, la ricostruzione della vita di questo personaggio ricco di fascino e di grande interesse non solo per la storia delle fotografia.
Lo studio, lungo e pieno di sorprese, ha consentito di individuare i fotografi con cui Kofler fu in stretto contatto in Egitto e a Malta, durante la sua prigionia, e gli studi del Cairo che lo videro al lavoro prima e dopo la Prima Guerra Mondiale. Un racconto di immagini che permetterà di ridare un’identità a questo pioniere della fotografia archeologica aerea, fino ad oggi quasi sconosciuto.

Il tempio di HatshepsutCiclo di 3 lezioni, ogni giovedì: 24 settembre, 1, 8 ottobre 2015
LEZIONI DI CULTURA EGIZIA
“Il potere femminile nell'antico Egitto - 2”
Orario: 19:00
Luogo: Collegio Gallio, Via T. Gallio 1, Como
Relatore: Dott. Angelo Sesana

Descrizione: Continua il percorso iniziato a maggio che ci porterà a conoscere meglio alcune delle Principesse e delle Regine dell’Antico Egitto. Un percorso tutto al femminile che prenderà in considerazione alcune figure di grande fascino e personalità. Chi non ha avuto modo di seguire la prima parte del corso potrà comunque partecipare a queste tre lezioni e non perdere così l’occasione di conoscere almeno alcune di queste donne, che hanno ormai un posto nella Storia.
Associati: 75 € - Non associati: 100 €
Richiesta l’iscrizione tramite mail all’indirizzo della segreteria del CEFB: info@cefb.it
Numero minimo di partecipanti: 15 - Numero massimo di partecipanti: 25

foto aerea di Tell el-MaskhutaSabato 10 ottobre 2015
CONFERENZA
“Tell el-Maskhuta: un incrocio tra Egitto e Levante, Mediterraneo e Mar Rosso”
Orario: 20:45
Luogo: Aula Magna – Collegio Gallio, Via T. Gallio 1, Como
Relatore: Dott.ssa Giuseppina Capriotti Vittozzi, CNR-Istituto di Studi sul Mediterraneo Antico (ISMA)

Descrizione: Il sito di Tell el-Maskhuta si trova nello Wadi Tumilat, non lontano dal Canale di Suez. Lungo lo wadi, nell’antichità, fu scavato un canale navigabile che, come oggi il canale di Suez, metteva in comunicazione il Mediterraneo con il Mar Rosso. La città sepolta a Tell el-Maskhuta – per alcuni la biblica Pithom, per altri Succoth – era il chiavistello del canale e dunque un luogo dove culture e popoli diversi si incontravano. La relatrice ci aggiornerà sui recenti risultati della CNR – Multidisciplinary Egypyological Mission, che studia il sito con tecnologie avanzate, a partire dal telerilevamento satellitare fino all’indagine sul terreno.

 

uno dei siti scoperti dalla missione italianaSabato 14 novembre 2015
CONFERENZA
“Acqua per Ninive, acqua per l'Assiria. Nuove ricerche archeologiche italiane in Iraq settentrionale”
Orario: 20:45
Luogo: Aula Magna – Collegio Gallio, Via T. Gallio 1, Como
Relatori: Prof. Daniele Morandi Bonacossi, Università di Udine

Descrizione: Sono quasi 500 i siti archeologici scoperti dal 2012 in Iraq settentrionale, nell’ambito del “Progetto archeologico regionale Terra di Ninive” (Parten) condotto dalla Missione archeologica italiana in Assiria (Maia) del Dipartimento di Storia e tutela dei beni culturali dell’Università degli Studi di Udine. Una concessione di ricerca archeologica per un territorio di tremila chilometri quadrati di superficie, la più ampia mai rilasciata a una missione straniera in Iraq.
Antiche città e villaggi rurali, grotte e ripari, cimiteri, mulini, pozzi, cave, fornaci, recinti per animali, canali e antichi percorsi stradali, che permettono agli studiosi di ricostruire storia, demografia ed economia di questa importante e poco conosciuta regione del Kurdistan iracheno settentrionale, entroterra di Ninive, ultima capitale dell’impero assiro.

 

N.B.: Gli eventi proposti nel presente programma potranno subire variazioni che saranno comunicate tempestivamente. Il programma potrà inoltre arricchirsi con conferenze o altre attività che non è stato possibile fissare e pianificare con anticipo.

Se non sei socio CEFB ma non vuoi perdere l'occasione di partecipare agli eventi in programma, iscriviti alla NEWSLETTER, riceverai via mail le informazioni sui prossimi appuntamenti e su eventuali variazioni di date e orari.