DIRETTORE: dott. ANGELO SESANA

SEDE: c/o COLLEGIO GALLIO, via T. GALLIO, 1 - 22100 COMO

CEFB - Centro di Egittologia Francesco Ballerini

Abu Simbel in una stampa del Lepsius O Aegypte, Aegypte, religionum tuarum solae supererunt fabulae eaeque incredibilis posteris tuis solaque supererunt verba lapidibus incisa tua pia facta narrantibus…

O Egitto, Egitto! Dei tuoi culti religiosi sopravviveranno soltanto i miti, e inoltre i tuoi posteri non ci crederanno nemmeno più. Resteranno soltanto le parole incise sulle pietre a narrare i tuoi atti devoti…

ERMETE TRISMEGISTO, Libro sacro – Asclepius, VIII, 24

 

Sono forse proprio le parole degli antichi greci e latini che hanno fatto nascere in me l’amore per l’antico Egitto. Poi è seguito lo studio del geroglifico, i numerosi e frequenti viaggi nella terra del Nilo, le esperienze di studio e di scavo, ininterrotte negli ultimi venticinque anni. Fin dall’inizio della mia avventura egiziana numerosi amici, ugualmente innamorati di quella grande e antica cultura, si sono uniti a me nell’intento di far rivivere le antiche parole scolpite sulle pietre. Il generoso spirito di tanti amici mi ha permesso di creare un’associazione per divulgare la conoscenza della civiltà egizia e per continuare la ricerca mediante un’intensa attività di scavi archeologici.

Angelo Sesana

In evidenza

imbarcazioni fenicie, dal rilievo di Kohrsabad

Attività

Sabato 16 giugno 2018
CONFERENZA
“Il Dourateos Ippos. Una nave per conquistare Troia”
Orario: 20:45
Luogo: Aula Magna – Collegio Gallio, Via T. Gallio 1, Como
Relatore: Dott. Francesco Tiboni

Descrizione: Un viaggio dall’archeologia al mito e di ritorno all’archeologia. Un mito di oltre due millenni, il celeberrimo racconto omerico del cavallo che avrebbe consentito agli Achei di espugnare la città di Troia, verrà riletto e rimesso in discussione con metodologia storiografica e scientifica, legittimata da fonti antiche e moderne. L’episodio conclusivo della guerra di Troia, l’inganno del cavallo, verrà analizzato da un punto di vista archeologico, storico e filologico, allo scopo di chiarire come una vicenda che per i contemporanei di Omero era estremamente chiara, possa nel tempo essere stata fraintesa e decontestualizzata.
Grazie agli strumenti dell’archeologia navale, fatta di parole, immagini e relitti, Francesco Tiboni ci presenterà la sua interpretazione riguardo al preciso significato dell’episodio all’interno di un quadro tematico ben definito, quello della dimensione navale del mondo mediterraneo pre-arcaico. La sua rotta passerà da Omero a Virgilio, da Pausania ad Apollonio Rodio, toccando l’iconografia, i legni e la letteratura scientifica di oggi, per dipanare una matassa ingarbugliata da secoli, accompagnandoci in un viaggio unico e affascinante.

Consulta il calendario 2018 delle attività per eventuali iscrizioni e prenotazioni. Per essere sempre aggiornato sugli eventi in programma, iscriviti alla newsletter del CEFB.

 


Visita la sezione libri.


Seguici anche su Facebook: