DIRETTORE: dott. ANGELO SESANA

SEDE: c/o COLLEGIO GALLIO, via T. GALLIO, 1 - 22100 COMO

CEFB - Centro di Egittologia Francesco Ballerini

Abu Simbel in una stampa del Lepsius O Aegypte, Aegypte, religionum tuarum solae supererunt fabulae eaeque incredibilis posteris tuis solaque supererunt verba lapidibus incisa tua pia facta narrantibus…

O Egitto, Egitto! Dei tuoi culti religiosi sopravviveranno soltanto i miti, e inoltre i tuoi posteri non ci crederanno nemmeno più. Resteranno soltanto le parole incise sulle pietre a narrare i tuoi atti devoti…

ERMETE TRISMEGISTO, Libro sacro – Asclepius, VIII, 24

 

Sono forse proprio le parole degli antichi greci e latini che hanno fatto nascere in me l’amore per l’antico Egitto. Poi è seguito lo studio del geroglifico, i numerosi e frequenti viaggi nella terra del Nilo, le esperienze di studio e di scavo, ininterrotte negli ultimi venticinque anni. Fin dall’inizio della mia avventura egiziana numerosi amici, ugualmente innamorati di quella grande e antica cultura, si sono uniti a me nell’intento di far rivivere le antiche parole scolpite sulle pietre. Il generoso spirito di tanti amici mi ha permesso di creare un’associazione per divulgare la conoscenza della civiltà egizia e per continuare la ricerca mediante un’intensa attività di scavi archeologici.

Angelo Sesana

In evidenza

Arbela

Attività

Sabato 14 maggio 2016
CONFERENZA
“Nella Piana di Arbela. Ricerche archeologiche italiane in Kurdistan iracheno”
Orario: 20:45
Luogo: Collegio Gallio, Via T. Gallio 1, Como
Relatore: Prof. Luca Peyronel, Università IULM, Milano

Descrizione: La piana di Erbil si trova in Mesopotamia settentrionale ed è compresa tra lo Zab Superiore a nord e lo Zab Inferiore a sud, affluenti del Tigri. La piana è costellata da decine di siti archeologici. L’importanza storica della regione è dimostrata dalla presenza di centri urbani di notevoli dimensioni (come la stessa Arbela, moderna Erbil). Negli ultimi anni sono stati avviati scavi e ricognizioni sistematiche nella piana, che hanno permesso di ricostruire in modo ancora preliminare la successione insediamentale e le modalità di sfruttamento del territorio nel corso del tempo. A partire dall’epoca neolitica e soprattutto durante il Tardo Calcolitico/Uruk si assiste ad una progressiva occupazione della regione, in concomitanza con il fenomeno dell’urbanizzazione e della nascita di società complesse nel Vicino Oriente. Le ricerche condotte a partire dal 2013 dalla Missione Archeologica Italiana nella Piana di Erbil (MAIPE) dell’Università IULM si sono concentrate nell’area di Helawa /Aliawa, c. 28 km a sud/sud-ovest della città moderna di Erbil, dove si trovano due siti maggiori ubicati a breve distanza l’uno dall’altro, (Helawa e Aliawa) e occupati a partire dal Neolitico (VII millennio a.C.) fino all’epoca tardo islamica.

Consulta il calendario 2016 delle attività per eventuali iscrizioni e prenotazioni. Per essere sempre aggiornato sugli eventi in programma, iscriviti alla newsletter del CEFB.


il team del CEFB in cima alla rampa del tempio

Diario di scavo - 18ª missione

12-14/01/2016

E anche l’ultima settimana di lavoro volge al termine. Purtroppo non abbiamo da segnalarvi grosse sorprese dall’area di scavo… La sepoltura in A15 è stata completamente indagata: asportati ...

(Clicca qui per continuare a leggere)

 


Scopri le altre novità dal mondo dell'Egittologia.

Visita la sezione libri.


Seguici anche su Facebook: